Gli effetti individuali e combinati di taglio, tensione e flessione sulle cellule endoteliali della valvola cardiaca aortica in coltura

Scopo: La necessità di valvole cardiache ingegnerizzate viventi per trattare pazienti con gravi malattie cardiache rappresenta una sfida per gli ingegneri dei tessuti. Per raggiungere tale obiettivo è fondamentale comprendere appieno il ruolo e le attività delle cellule endoteliali valvolari (VEC) quando affrontano diversi tipi di stimoli meccanici. Questo studio si concentra sulla scomposizione dei ruoli di diversi stimoli meccanici sulle superfici endoteliali delle valvole cardiache e sulla risposta delle VEC in termini di morfologia e cambiamento fenotipico.
Metodi: Questo studio utilizza impalcature morbide a base di idrogel da utilizzare come substrato per la coltura cellulare per imitare il lembo del tessuto della valvola cardiaca. Le VEC sono state coltivate come un monostrato sulla superficie del gel e sono stati applicati diversi tipi di stimoli meccanici. Infine, è stata studiata la risposta delle cellule in termini di morfologia e cambiamenti di espressione proteica.
Risultati: Singoli stimoli introducono la riorganizzazione delle fibre di actina nei VEC, il cambiamento nella morfologia cellulare e una maggiore espressione della proteina mesenchimale. D’altra parte, l’applicazione combinata di stimoli ha un impatto minore sulla riorganizzazione delle fibre di actina e sul cambiamento della morfologia cellulare, con una minore espressione della proteina mesenchimale.
Conclusioni: Quando le VEC affrontano un singolo stimolo meccanico, subiscono una transdifferenziazione e si trasformano in cellule mesenchimali. Tuttavia, quando queste cellule affrontano una combinazione di stimoli meccanici, la velocità di trasformazione diminuisce rispetto alle applicazioni di singoli stimoli. Ciò indica che un singolo stimolo induce la transizione endoteliale a mesenchimale nelle VEC mentre il processo è più lento sotto la combinazione di più stimoli meccanici.

Un algoritmo di previsione della minimizzazione dei nutrienti su scala genomica per il controllo dei livelli di aminoacidi essenziali nelle colture cellulari CHO

 

I processi di coltura cellulare dei mammiferi si basano molto sulla conoscenza empirica in cui il controllo del processo rimane una sfida a causa della limitata caratterizzazione/comprensione del metabolismo cellulare e dell’incapacità di prevedere i comportamenti cellulari. Questo studio facilita il controllo dei processi dell’ovaio di criceto cinese (CHO) attraverso un approccio di alimentazione basato su previsioni che prevede più livelli di aminoacidi essenziali nella coltura da dati di densità cellulare facilmente acquisibili. Gli approcci di estrapolazione delle previsioni del comportamento di crescita multipla delle cellule sono considerati con l’adattamento della curva logistica che risulta essere il più efficace.
Successivamente, il modello di scala del genoma CHO a ridotto contenuto di nutrienti viene combinato con il modello di previsione della crescita per generare profili di previsione degli amminoacidi essenziali di più colture batch di CHO. Il confronto della previsione con le misurazioni suggerisce che questo algoritmo può prevedere con precisione la concentrazione della maggior parte degli amminoacidi essenziali dalla misurazione della densità cellulare con l’errore mitigato incorporando misurazioni della concentrazione di amminoacidi off-line.
Infine, l’algoritmo di previsione viene applicato alle colture CHO fed-batch per supportare il controllo dell’alimentazione degli amminoacidi al fine di controllare la concentrazione di amminoacidi essenziali al di sotto di 1 o 2 mM per lisina, leucina e valina come modello su un pasto di 9 giorni. coltura batch mantenendo un comportamento di crescita paragonabile a una cultura basata sull’esperienza.
A sua volta, la produzione di glicina era elevata, l’alanina ridotta e la produzione di lattato leggermente inferiore nelle colture di controllo a causa di cambiamenti metabolici nella degradazione degli amminoacidi a catena ramificata.
on il vantaggio di richiedere input di misurazione minimi fornendo informazioni preziose e in anticipo del sistema basate su misurazioni di crescita, questo algoritmo di previsione degli amminoacidi basato su modello genomico rappresenta uno strumento potente ed economico per facilitare il controllo avanzato su CHO e altri mammiferi bioprocessi cellulari. Questo articolo è protetto da copyright. Tutti i diritti riservati.

Isolamento e coltura di cellule epiteliali gengivali umane primarie utilizzando Y-27632

 

Il tessuto gengivale è la prima struttura che protegge i tessuti parodontali e svolge ruoli significativi in molte funzioni orali. L’epitelio gengivale è una struttura importante del tessuto gengivale, specialmente nella riparazione e rigenerazione del tessuto parodontale. Lo studio delle funzioni delle cellule epiteliali gengivali ha un valore scientifico cruciale, come la riparazione di difetti orali e la rilevazione della compatibilità dei biomateriali. Poiché le cellule epiteliali gengivali umane sono cellule cheratinizzate altamente differenziate, la loro durata è breve e sono difficili da attraversare.

Finora, ci sono solo due modi per isolare e coltivare le cellule epiteliali gengivali, un metodo di espianto diretto e un metodo enzimatico. Tuttavia, il tempo necessario per ottenere cellule epiteliali utilizzando il metodo di espianto diretto è più lungo e il tasso di sopravvivenza cellulare del metodo enzimatico è inferiore. Clinicamente, l’acquisizione di tessuto gengivale è limitata, quindi è necessario un sistema di isolamento e coltura in vitro stabile, efficiente e semplice.

Abbiamo migliorato il metodo enzimatico tradizionale aggiungendo Y-27632, un inibitore della chinasi associata a Rho (ROCK), che può promuovere selettivamente la crescita delle cellule epiteliali. Il nostro metodo enzimatico modificato semplifica i passaggi del metodo enzimatico tradizionale e aumenta l’efficienza della coltura delle cellule epiteliali, che presenta vantaggi significativi rispetto al metodo di espianto diretto e al metodo enzimatico.

Le cellule progenitrici nella cartilagine umana sana e osteoartritica hanno un’ampia capacità di espansione della coltura pur conservando le proprietà condrogeniche

 

Obiettivo: Le cellule progenitrici derivate dalla cartilagine articolare (ACPC) sono una potenziale nuova fonte cellulare per la riparazione della cartilagine. Questo studio mira a caratterizzare gli ACPC endogeni da cartilagine sana e osteoartritica (OA), valutare il loro potenziale di rigenerazione della cartilagine e confrontarlo con la formazione di cartilagine da parte dei condrociti.
Design: gli ACPC sono stati isolati da cartilagine umana sana e OA a tutto spessore e separati dalla popolazione cellulare totale mediante crescita clonale dopo adesione differenziale alla fibronectina. Gli ACPC sono stati caratterizzati da cinetica di crescita, differenziazione multilineare ed espressione di marcatori di superficie.
La ridifferenziazione condrogenica delle ACPC è stata confrontata con i condrociti in colture di pellet. I pellet sono stati valutati per la produzione di matrice simile alla cartilagine mediante (immuno) istochimica, analisi quantitative per glicosaminoglicani e contenuto di DNA ed espressione di geni condrogenici e ipertrofici.
Risultati: ACPC sani e OA sono stati differenziati con successo verso il lignaggio adipogenico e condrogenico, ma non sono riusciti a produrre matrice calcificata quando esposti a mezzi di induzione osteogenica. Entrambe le popolazioni ACPC hanno soddisfatto i criteri per l’espressione del marcatore di superficie cellulare delle cellule stromali mesenchimali (MSC).
Gli ACPC sani coltivati in pellet hanno depositato una matrice extracellulare contenente proteoglicani e collagene di tipo II, privo di collagene di tipo I. L’espressione genica del collagene di tipo X marcatore ipertrofico era inferiore nei pellet ACPC sani rispetto ai pellet OA.
Conclusioni: Questo studio fornisce ulteriori informazioni sulla popolazione ACPC nella cartilagine articolare umana sana e con OA. Gli ACPC mostrano somiglianze con le MSC, ma non producono matrice calcificata in condizioni di coltura osteogeniche ben consolidate.
A causa dell’ampio potenziale proliferativo e della capacità condrogenica, le ACPC mostrano un potenziale per la rigenerazione della cartilagine e possibilmente per l’applicazione clinica, come alternativa promettente alle MSC o ai condrociti.

 

Cell Culture Grade Water, Cell Culture Tested, Sterile

CCM1081-500 Bio Basic 500 mL 61.24 EUR

Cell Culture Grade Water, Cell Culture Tested, Sterile

CCM2081-1000 Bio Basic 1000 mL 68.87 EUR

OxiSelect Nitrotyrosine ELISA Kit (5 plates)

STA-305-5 Cell Biolabs 5 x 96 assays 3240 EUR

ExoStep Cell Culture

ExoS-25-C9 ImmunoStep 25 test 550.5 EUR

OxiSelect Protein Carbonyl ELISA Kit (5 plates)

STA-310-5 Cell Biolabs 5 x 96 assays 3240 EUR

Supreme Plant Tissue Culture Grade Agar

PCTA100 Plant Cell Technologies 500g 120 EUR

Supreme Plant Tissue Culture Grade Agar

PCTA500 Plant Cell Technologies 1000g 150 EUR

Hepes Cell Culture Grade

AK3268-0250 Akron Biotech 250g Ask for price

Hepes Cell Culture Grade

AK3268-0500 Akron Biotech 500g Ask for price

Hepes Cell Culture Grade

AK3268-1000 Akron Biotech 1kg Ask for price

Water, Cell Culture Grade

CA018-600 GenDepot 6x1000ml 124 EUR

Ethanolamine, Cell Culture tested

CA071-010 GenDepot 100ml 97 EUR

Human MEP Cell Culture Medium (human megakaryocyte–erythroid progenitor cell culture medium)

P770 101Bio - Ask for price

OxiSelect Oxidative DNA Damage ELISA Kit (8-OHdG Quantitation) (5 plates)

STA-320-5 Cell Biolabs 5 x 96 assays 3953 EUR

ROCKER CELL CULTURE BAG, 20L

91-200-78 CORNING 1/pk 411 EUR

ROCKER CELL CULTURE BAG, 10L

91-200-79 CORNING 1/pk 372 EUR

ROCKER CELL CULTURE BAG, 2L

91-200-80 CORNING 1/pk 375 EUR

ROCKER CELL CULTURE BAG, 50L

91-200-81 CORNING 1/pk 475 EUR

Human CD34+ Cell Culture Medium

P771 101Bio - Ask for price

UltraPure Water, Cell Culture Tested

W9200-045 GenDepot 450ml 80 EUR

CardioDISC (Scaffold for cell culture)

C-01-01-EX Sceti 12 sheets Ask for price

Mouse ES Cell Culture Media

M16101 Neuromics 500 mL 1114 EUR

3D Cell Culture Matrix BME Kit

K518-100 Biovision 620 EUR

Ampicillin sodium salt, cell culture grade

GA0283-100G Glentham Life Sciences 100 g 221 EUR

Ampicillin sodium salt, cell culture grade

GA0283-25G Glentham Life Sciences 25 g 102 EUR

Ampicillin sodium salt, cell culture grade

GA0283-5G Glentham Life Sciences 5 g 54 EUR

Tranfferrin, Human Recombinant, Cell culture tested

T4600-100 GenDepot 100mg 253 EUR

Tranfferrin, Human Recombinant, Cell culture tested

T4600-101 GenDepot 1g 1022 EUR

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.